Venti marchi con nomi ridicoli che fanno ridere – dinotizie

coño2

Il sito branding è un pendio scivoloso su cui si muovono sia le multinazionali che le piccole aziende, tutte decise a dare ai loro prodotti un nome che sia ricordato per la sua brevità, il suo suono e la sua pronuncia in tutto il mondo.

Ma i responsabili del marketing e della pubblicità, o gli stessi imprenditori, non sempre tengono conto del fatto che, oltre al suono, le parole possono significare cose anche in altre lingue, in quanto i proprietari di Mazda LaputaIl sito Nissan Moco o il Mitsubishi Pajeroper fare solo alcuni esempi dal frenetico mondo automobilistico.

Quindi, ora passeremo in rassegna un intero repertorio di marchi molto sfortunati (prevalentemente ispanici) che non hanno pensato molto al loro nome commerciale quando sono andati a registrarsi:

tryp

1. Albergo Tryp Atocha. La rigidità aziendale dà vita a curiosi giochi di parole. L’hotel Tryp Atocha, nell’omonima via Madrid, può spaventare i clienti a dieta: “tripa tocha”.

chapero

2. Negozio di giocattoli Chapero. Questo negozio di giocattoli di Burgos ha tenuto questo nome audace in vetrina per anni. Non molto tempo fa hanno deciso di cambiare il nome dell’azienda, per darle un tocco più moderno e cosmopolita. Ora si chiama…Chapero Toy Planet.

Carefree

3. Tanga spensierata. Se Evax ha il suo Tanga Evax, Carefree dovrebbe avere il suo Tanga Carefree, giusto? Sulla carta sembra una buona idea, ma quando la si pronuncia si vede la verità: “Ker Fritanga” è l’impacco usato dalla churrera.

FOTOCAMERA DIGITALE OLYMPUS

4. Aroma di Berga. Supponiamo che abbiate un posto nella bella città pirenaica di Berga. Diciamo che si apre un caffè e si vuole migliorare l’esperienza olfattiva dell’utente, come direbbe un inserzionista. Beh, non hai altra scelta che chiamare l’azienda Aroma di Bergaper farla sembrare più sottile.

palm

5. Estintori Palma Peña. Il signor Peña e il signor Palma avrebbero potuto dedicarsi a qualsiasi altra attività se non alla sicurezza. O di aver invertito i loro cognomi, o di aver usato le iniziali ma, onestamente, un estintore stampato con “palma peña” non ispira esattamente fiducia.

carabobo

6. Assicurazione Carabobo. Questa compagnia di assicurazione ti porgerà sempre il suo volto, anche se è l’altra guancia. E lo garantiscono con 50 anni di esperienza e permanenza nel mercato venezuelano, un campionato molto difficile dove si mangiava Rastreator alla griglia.

FOTOCAMERA DIGITALE OLYMPUS

7. Choni Hogar. Non lasciatevi tradire dal vostro subconscio e rivolgetevi ai vostri clienti come fareste alle loro spalle. È il caso di quel negozio di Lavapiés che è stato battezzato, in uno strano attacco di sincerità, Casa Choni.

ascona

8. Opel Ascona. Il carro armato di Opel fu venduto come Ascona in tutto il mondo, tranne che in Portogallo, dove adottò il nome inespressivo del 1604. In portoghese, “ascona” significa “vagina”.

miano2
“Sabato siamo andati a Santa Pola, indovinate dove abbiamo mangiato?” @homefoc)

9. Ristorante Miano. Come minimo, il nome di questa casa di mangiatori è rischioso. Riproduciamo il breve commento di Severalasalrevés sull’argomento: “Qui si mangia che si caga. Dal culo al tavolo e dalla bocca di nuovo al culo”.

dondios

10.Transportes Donadiós. Se il vostro modello di business è quello di portare le persone malate da qui a lì, un nome più speranzoso per una routine così specifica non sarebbe mai sbagliato. Chiunque tranne Don Adios. Il signor Pimpón ne sarebbe valsa la pena.

scuola guida

11. Autoescuela Si Dios Quiere. Forse la scuola guida dove la maggior parte degli autisti di Donadiós ha ottenuto la patente e una di quelle con la più alta percentuale di abbonamenti di tutta Granada, per grazia di Dio.

SHIT

12. Servizio di ristorazione industriale di Terrassa. Attenzione anche alle sigle messe al tuntun, che qui possono sembrare un musical, ma all’estero possono essere direttamente una sparachiodi nella bara del vostro business.

gas teak

13. Gas Teak. Era solo questione di tempo prima che il produttore di mobili da cucina Teka lanciasse una linea di cucine a gas. Senza pensarci troppo, lo battezzarono come gas di teak, tanto che quando il fuoco è acceso, il diavolo lo porta.

tima

14. Supermercato Tima:. OSe, per esempio, Tito e sua moglie Maria decidono di aprire un negozio di alimentari, il nome che ne risulta sarà Supermercati Timaun vero e proprio siluro sulla linea di galleggiamento dell’azienda. Si trova a Santutxu (Bilbao).

pene

15. Boutique del pene. Questo negozio di abbigliamento giapponese è il cazzo, come dice senza vergogna il suo cartello. Kirai ha un’ordinata collezione di nomi sfortunati in Giappone.

motherfucker

16. Aguardiente Hijoputa. Lo ha già detto il Chanantes: il figlio di puttana deve dire di più. Anche quando si prende il digestivo dopo un pasto abbondante.

cunt

17. Sangria Pussy. Se si può insultare la famiglia con una semplice sansa alle erbe, perché non si dovrebbe battezzare una sangria con la nostra espressione più nazionale? In questo caso è la bevanda ufficiale di La Parguera, un locale di Lajas (Porto Rico).

CyberKolokon

18. Cyber Kolokon. La cosa più vicina a una caffetteria di Amsterdam a La Florida (Alicante). Si trova in via Prudencio de la Viña, anche se non sembra che abbiano prestato molta attenzione al buon Prudencio.

quilt

19. La trapunta di tua madre. O come dare un nome di fantasia a una fabbrica di materassi che va oltre i confini dell’Argentina per essere venerata anche in Spagna.

tan-dao-vien

20. Ristorante Tan Dao Vien. E infine, un ristorante vietnamita situato in una strada di Parigi e nominato alle spalle dei clienti spagnoli, ad eccezione delle opzioni per le minoranze sessuali. Sapete cosa pensare quando vi portano il conto.

Con informazioni e foto della vecchia dinotizie, l’agognata Futuretech, Microsiervos, Kirai, El Comidista e il benedetto motore di ricerca Google Images.

Seguiteci su Facebook e in Twitter!

E altre cose che possono essere ridicole:

– Otto offerte di lavoro che vi faranno dubitare della salute mentale dei datori di lavoro

– Piantare il 5° a sinistra: un consiglio sensato per la coltivazione urbana

– 10 tratti inconfondibili con cui si poteva identificare una persona di classe negli anni ’80

– Venti falsi che non sono riusciti a fregare nemmeno l’orsacchiotto di Mimosin

– Chuck Norris contro il comunismo: il contrabbando di VHS in Romania negli anni ’80

– Giochi Olimpici: i volti più suggestivi dei pattinatori su ghiaccio di Sochi

Controlla anche

Come molti wafer si dovrebbe mangiare per inghiottire un gesù Cristo tutto? – dinotizie

08/07/201622/08/2017 Illustrazione: Daniel Rosso Jr. “Quando stavo per essere consegnati alla loro Passione, volontariamente accettata, …

Seins-545×455 – dinotizie

Seins-545×455 – dinotizie Spostamento di voci

Gettati in mare le ceneri di un morto tra i bagnanti dalla spiaggia di Algeciras – dinotizie

23/08/2019 I nuotatori, che ha trascorso il pomeriggio di lunedì presso la spiaggia playa de …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *