Strambotico ” Spagnoli, il ‘menu del giorno’ è stato inventato da Franco

Spagnoli, il ‘menu del giorno’ è stata un’invenzione di Franco

Commenti

Luis Landeira

Primo piatto, secondo piatto, pane, bibita, dessert o caffè e, se siete amici di casa, vi invitano persino al bicarbonato di sodio. E tutto per un valore compreso tra i 7 e i 12 euro. Questa è l’offerta irresistibile che di solito compone il menu del giorno spagnolo, pantagruélico agli occhi dei guiri e sempre insufficiente per l’insaziabile tripero celtíbero.

Ed è che, fino ad oggi, l’unica cosa che non si è mai vista. menu del giorno continua ad essere un pilastro importante nella dieta dello spagnolo medio, non importa quanto i nutrizionisti vegani lo considerano un barile e quel trilero delle stufe che frequenta da Ferrán Adriá per ucciderlo nel 2009. Quasi un decennio dopo, il Bulli ha chiuso e ci sono più menù del giorno che salsicce.

A questo punto, è possibile tirare il comando memoria storica che per ricordare che il menu del giorno è un menu offerta gastronomica precostituzionale. Perche’ e’ stato il Ministero dell’informazione e del turismo di Franco che, negli anni ’60 del Novecento, impose il “menu turistico”, radice e origine del menu del giorno.

Sotto slogan come La Spagna è diversa e con l’impulso del dono Manuel Fraga IribarneSpagna moltiplicato il numero di turisti in poco più di cinque anni: da 2,9 milioni nel 1959 a 11,1 milioni nel 1965che viene detto male e presto. Così abbiamo dovuto trattarli alla maniera spagnola: con cibo e bevande.

Con quanto sopra “menu turistico”decretato il Agosto 1964, Franco intendeva premiare il spezzatino che hanno lasciato la loro stanza in Spagna e attirano quelli che non l’hanno fatto. Ma, naturalmente, all’interno di un ordine. Così ha emanato una serie di regole per regolare i menu di ristoranti, tascas e case di pasti in pelle di toro.

Per ordine del Generalissimo, tutti i locali che servono cibi e bevande erano obbligati ad offrire un “menu turistico” composto dai seguenti elementi:

-Primo corso: antipasti, minestre, zuppe, creme o simili.

-Secondo corso: pesce, carne o uova e le relative guarnizioni.

-Dessert: frutta, caramelle o formaggio.

-Pane.

-Bevi: quarto di vino di campagna, sangria, birra o simili.

L’offerta del menu doveva essere collocata in un luogo ben visibile della struttura, per essere servita “con la massima preferenza e velocità”. Va provato che nella preparazione dello stesso si dà accesso a piatti tipici del cibo spagnolo”. Questo ha dato una spinta allo sviluppo precedente e primigenia dello sviluppo della “Dieta Mediterranea”.

Francamente, questo è il vero motivo per cui il giovedì c’è la paella nel menu.

Tra le squisite prelibatezze della tradizione gastronomica nazionale che il ministero francofono consigliava di servire ai turisti, spiccano le seguenti”.paella, stufato di madrileña, frittata spagnola, pesce ben frittoe molti altri piatti famosi in Spagna, che vengono serviti all’estero con grande successo.

All’inizio, Il menu turistico è stato un fallimento.dato che i camerieri dei ristoranti consigliavano ai clienti di chiedere da bere. “a la carte.” minacciando che la qualità del menu turistico sarebbe stata di gran lunga inferiore. Ma l’ordinanza del 1965 obbligava i ristoranti a includere il menu nel menu e a fissare i prezzi massimiche varia a seconda della categoria del ristorante: lusso (250 pesetas il menu), primo (175), secondo (140), terzo (90) o quarto (50).

Come ha avvertito il giornale ABC a quel tempo,”il menu turistico non deve essere confuso con un menu per i poveri. Si tratta semplicemente di un menu protetto il cui prezzo è fissato dall’Amministrazione, ed è il cliente che lo prepara”.

Ma in pratica, i proverbiali ristoranti picareschi spagnoli hanno fatto comporre il loro “Menu turistici” con versioni rustiche e riscaldate dei piatti meno appetitosi del menu. Come disse un cronista dell’ABC all’epoca, “15 giorni su un menu turistico di 110 pesetas equivarrebbero alla morte per fame.

Nel 1970, il regime di Franco morente aprì le porte e permise ai ristoranti di servire quello che potrebbe essere definito un menu per i poveri. Poi è nato il “menu del giorno.”con slogan irrealistici come “Mi piace mangiare bene, ordino il menu del giorno.. Con la cosa dell’inflazione, il prezzo del quarto menu è salito a 80 pesetas e, un lustrum più tardi, a 100.

Finché, nel 1975, Franco morì. E con il Transizione e’ arrivato il caos. Se prima dell’avarizia e dello sablazo erano il tonico del ristorante medio, con la democrazia sono apparse cose molto peggiori: il buongustaiil cuocoil buongustaiil nouvelle cuisine, il Stelle Michelin e altre sciocchezze che permettevano di vendere tapas pomposi ma tristi al prezzo dei frutti di mare.

Ma, alla fine della giornata, se Franco alzasse la testa, non sarebbe del tutto insoddisfatto: c’è il suo menù tradizionale del giorno, più vivo che mai perché spagnoli e stranieri possano mangiare più o meno “come Dio comanda” senza svuotare il portafoglio, anche se oggi la libertà (o libertinaje) dei prezzi fa raccogliere ad ogni trogolo ciò che realmente guadagna: dai 3 euro che il menù della caffetteria Mercado de Huelin (Malaga) fino ai 35 che ti inchiodano alla Asador de Aranda (Madrid). Comunque, come direbbe il capo, “non puoi essere lasciato solo”.

*Contiene antipasti, piatti, vini della casa, informazioni e immagini da Interviu, El italiano, ABC, Actuall, Ristorante Casa Pepe e Bar Restaurante El Cangrejo.

BONUS TRACK: La bandiera della Spagna: un giubbotto riflettente attaccato ad un albero.

Seguici su Facebook e Twitter!

E per dessert:

– Quattordici mappe che spiegano la storia della Spagna in un colpo d’occhio

Francamente, questo è il vero motivo per cui il giovedì c’è la paella nel menu.

-Sei forte come loro? Dieci imbarazzanti foto in metallo per gli altri.

Tags: Bar Ristorante El Cangrejo, casa pepe, Ferrán Adriá, Franco, Franco, Franco, Franco, gastronomia, José Antonio Primo de Rivera, Manuel Fraga Iribarne, menu del giorno, menu turistico, Ministero dell’informazione e del turismo, ristorante facha, transizione



Controlla anche

Vogliamo sapere di cosa tratta questa pubblicità antidroga – Strambotica

11/08/201911/08/2019 L’annuncio di cui sopra è uno dei più inutili che abbiamo visto nella lunga …

Volete combattere il cambiamento climatico? Non avere figli – Strambotico

22/08/2019 Se si vuole combattere la criscaldamento globaleSe sei vegetariano, moderare l’assunzione di carne può …

velocità dei treni in Europa – Strambotica

11/09/2019 Spagna è il paese europeo che ha il treni più veloci sulla sua rete …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *