Strambotico” “Sono sopravvissuto al bombardamento con la palla da spiaggia di Nivea”.

“Sono sopravvissuto al bombardamento di un pallone da spiaggia di Nivea.”

Commenti

Francesco Lontano

Brainstorming presso la sede centrale di Nivea BeiersdorfAmburgo, giorno dell’interno: “Questo è il piano: invieremo una squadra di piccoli aerei che voleranno attraverso la spiagge della Spagna lanciando dei palloni gonfiabili giganti con la parola NIVEA. Non li getteremo accanto alla sabbia ma in profondità, così che solo i più coraggiosi e spericolati osano arrivare. Tonnellate di plastica che vanno alla deriva nei mari e palloncini spazzati via dalle onde a miglia dalla riva. Che cosa può andare storto?”.

Si’, all’epoca sembrava una buona idea, e probabilmente lo era: la campagna di palle Nivea lanciate dal cielo era un prima e un dopo. nel face-to-face marketing, come si diceva allora, o nella pubblicità sotto la lineacome fu chiamato molti anni dopo. Se sei stato in vacanza sulla spiaggia negli anni ’70 e ’80 e sei sopravvissuto per raccontare la storia, probabilmente ne hai salvato uno. palle enormi (troppo grande per essere usato come pallone da spiaggia) che sono stati rilasciati dai piccoli aerei (poi elicotteri) da Nivea.

Come tante altre cose in cui abbiamo creduto veramente nel nostro sciovinismo ingenuo pre-internet, La campagna di Nivea è stata internazionale quanto il marchio stesso.. Le palle gonfiabili di Nivea cominciano a comparire sulle spiagge tedesche nella Gli anni 30 del secolo scorsoNon è un caso che in linea di principio ci sia una relazione casuale tra l’uno e l’altro. Non lo sarebbe stato finche’ non avremmo avuto la possibilita gli anni ’50 quando Beiersdorf lanciò la folle idea di inondare le spiagge con palloncini gonfiabili lanciati dall’ariaun’idea almeno audace visto che solo pochi anni fa piovevano filobus sulla Germania.

Il successo del pallone di Nivea in Germania ha portato la multinazionale ad essere incoraggiare l’esportazione della campagna ad altre latitudinicome l’usanza di andare sulla spiaggia diffusa in tutta Europa negli anni ’60 e ’70, in coincidenza con l’esplosione della classe media, del turismo di massa e dell’ineffabile società dei consumi.

“C’era un piano per visitare le spiagge più importanti della Spagna durante i mesi di luglio e agosto”, spiega un lavoratore veterano di Nivea in un’intervista con Il RiservatoLe tanto attese palline sono atterrate su ogni spiaggia solo una volta a stagione, alimentando così la leggenda della misterioso aereo che e’ stato visto solo raramente. In questo modo abbiamo raggiunto il massimo numero possibile di bagnanti e abbiamo dato l’opportunità a più persone.

L’eco del motore dell’aereo che si avvicina alla spiaggia in servizio è stato ricevuto con aspettativa, prima, e poi clamore, per i bagnanti, che si gettavano in mare per la loro palla di Nivea. come se ci fosse la sua vita. Pochi minuti dopo, centinaia di famiglie hanno giocato sulla spiaggia con palline di plastica identiche di circa 60 cm di diametro. L’idea era rotonda come l’oggetto del desiderio stessoI bagnanti non solo avevano partecipato a una moltitudine di persone. accadimento un’esperienza collettiva catartica che si collega con il cosiddetto “.ufficio culto“ma sono diventati annunci pubblicitari per la protezione solare.

Non sorprende che alcuni nostalgici chiedano quanto segue Change.org che Nivea lancia di nuovo le palle dall’aria, nel vano tentativo di far risorgere quelle eterne estati della nostra infanzia. Beh, io non credo proprio. Secondo la laconica conclusione dell’articolo di Paula ha cantato in El Confidencial:

“Questo tipo di pubblicità di pubblico dominio marittimo-terrestre. è stato espressamente vietato nel 1988, quando è stata approvata la legge costiera.«. L’articolo 38 della legge vieta “la pubblicità permanente per mezzo di manifesti o cartelloni pubblicitari o con mezzi acustici o audiovisivi”. Inoltre, l’articolo 56 vieta lo scarico di materie plastiche e rifiuti in mare e sulla costa. “Logicamente, i palloncini di plastica che cadono nell’aria potrebbero farli finire fuori controllo in acqua.

Con informazioni e foto di Beiersdorf, L’idea Confidenziale e Molto buona.

Seguici su Facebook e Twitter!

E per dessert…..

– Dieci piatti di vomito dagli ospedali che ti faranno uscire peggio di prima.

– Se nel suo poster mancano gli umani, sei in grado di indovinare il film?

– Dieci città europee che hanno preso il loro nome dalla cannabis

-Non era morto, stava facendo festa: un uomo incenerito appare vivo dopo due mesi di ebbrezza.



Controlla anche

mappa cinese, europa bis – dinotizie

mappa cinese, europa bis – dinotizie Spostamento di voci

wyoming – dinotizie

wyoming – dinotizie Spostamento di voci

che bul – dinotizie

che bul – dinotizie Unicode Spostamento di voci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *