Strambotico ” Quando Pablo Escobar costrinse José Luis Perales a cantare 15 volte “Y cómo es él?

Quando Pablo Escobar costrinse José Luis Perales a cantare 15 volte “Y cómo es él?

Commenti

Francesco Lontano

Meglio non contraddire il Maestro. Si’. Pablo Escobar era infatuato di qualche artista in giro per il mondo. Colombia inviato ai suoi emissari e al cantante o al gruppo in questione Stavo ricevendo un’offerta che non potevo rifiutare.La sua cache moltiplicata per quattro. Troppo tentati di rifiutare. Troppo pericoloso: il Maestro non ha accettato un “no” per una risposta.

Tra coloro che hanno accettato l’accordo, Bertín Osborne, El Puma, Los Toreros Muertos o José Luis Perales.. Tra coloro che hanno rifiutato, il cantante popolare Alaskache ha lasciato la Colombia come l’anima che porta il diavolo con questa minaccia: “Per la bambina, fate attenzione, per non cadere un contenitore all’aeroporto e lei diventa più chaparrita. Chiunque mi dica questo è Mani, bassista di Los Toreros Muertose gli è stato detto dalla Fratelli Ochoapartner di Pablo Escobar e membri di spicco dell’associazione Cartello di Medellínche ha assunto Los Toreros Muertos per intrattenere la festa di compleanno di uno dei membri più giovani del clan.

Don Pablo, il Patrono, era più uno stile di canto melodico. allevatore: Bertín Osborne, José Luis Rodríguez “El Puma” o il buon José Luis Perales, che ha avuto il dubbio privilegio di agire per il più potente trafficante di droga di tutti i tempi in uno dei suoi numerosi palazzi in città. dipartimento di Antioquia. Aneddoto il conto Pablo Carbonell nella sua folle biografia”.Il mondo di Tarantolee c’è scritto così:

“(……) Avevo sentito che José Luis Perales era stato ad una festa dei narcos e Avevo dovuto cantare quindici volte. E così com’è. All’inizio gli hanno dato un migliaio di dollari alla volta.ma quando l’aveva già cantato una decina di volte e si era rifiutato di ripeterlo, hanno messo la pistola sul tavolo e doveva cantare la canzone tutte le volte che l’organizzatore della festa o la signora che lo accompagnava voleva.

Nel caso di Los Toreros Muertos non c’erano pistole, ma “abbiamo giocato per persone molto pericolose, con un atteggiamento spensierato che rasentava la pazzia”, mi dice per posta Pablo Carbonellche si pente di non aver incontrato il suo omonimo Pablo Escobar:

“Pablo Escobar fa parte della storia della Colombia. Un personaggio con chiaroscuro che avrei voluto salutare. La storia lo ha giudicato e lo ha messo tra i cattivi. Succede a tutti i perdenti. Naturalmente, se devo andare a bere qualcosa, preferisco Pablo Escobar a Ronald Reagan.

Los Toreros Muertos nel 1988. Foto: Babelia.

Ho chiamato Mani per conoscere la sua versione dei fatti e mi ha confermato che “tutto ciò che Pablo dice nel libro è vero”, dicendo che ha aggiunto un paio di dettagli: l’aneddoto di José Luis Perales è stato detto da Ochoa stesso a Medellín, dove hanno giocato poco dopo il libro. Bob Dylan Cuenca. E il “organizzatore della festa” non era altro che Pablo Escobar, il mecenate.ora sostenuto dalla serie elettrizzante Narcos.

Poteva andare peggio? Si’. Poteva essere infatuato di un paio d’anni fa. Lasciate che i bambini cantino.

… O “La mia piccola acqua giallaNel caso de I toreri morti, il celebre inno del gruppo, che comincia a perdere la grazia della dodicesima interpretazione. Sembra che gli Ochoa non erano così testardi. con Pablo Carbonell come Escobar con Perales, ma non ha avuto tempo neanche lui: il concerto e la festa di compleanno hanno dovuto essere sospesi frettolosamente a causa dell’arrivo dell’esercito colombiano. Ma questa è un’altra storia. Se vuoi conoscerla dovrai leggere Il mondo della Tarantola.

(embed)https://www.youtube.com/watch?v=XBBqc_JbdBs(/embed)

Guardandoti negli occhi giuro che avevi qualcosa di nuovo da dirmi…..

Seguici su Facebook e Twitter!

Non lasciare che la musica si fermi!

– Otto villaggi rendono omaggio alla cannabis nei loro scudi e nelle loro bandiere

– Hai delle caratteristiche brutali? Non preoccuparti, hai un rimedio.

– Il museo dei prodotti difettosi



Controlla anche

mio cid – dinotizie

mio cid – dinotizie Spostamento di voci

“María Cristina de Borbón, è stato il più grande schiavo-padrone del suo tempo” – dinotizie

28/06/2019 La storia oscura della la schiavitù in Spagna è stato messo a tacere dalla …

“Padre celeste, NON lasciare questa Costituzione”, dinotizie

06/12/2018 Ci sono preghiere per la pioggia, le preghiere di rimanere incinta, e preghiere di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *