Strambotico ” La storia corrotta delle auto chiamata “Grazie, Manolo”.

La storia corrotta delle auto chiamata “Grazie, Manolo”.

Commenti

Strambotico

Per gli amanti delle auto d’epoca, le nuove reti televisive trasmettono una serie di programmi in cui il recupero e il rimodellamento di auto d’epoca sono i protagonisti. Questi programmi sono per lo più americani e britannici, quindi i modelli che si possono vedere dagli anni ’40 agli anni ’60 sono in una certa misura forestieri o poco conosciuto, il che è normale d’altra parte, perché ogni paese ha una storia automobilistica diversa. Tuttavia, quando guardiamo ai programmi realizzati dai laboratori spagnoli, e come se si trattasse di un buco nero storicoCosa sta succedendo qui? Non c’erano auto in Spagna negli anni ’40 e ’50? La verità è che, molti, quello che si dice molti, non c’erano, ma come le meighe, per averli ci sono: Si chiamavano “Grazie, Manolo.”.

Code di razionamento.

Ho appena finito il Guerra Civileil governo franchista, che ha vinto la corsa, ha deciso di seguire le politiche di autoproduzione e di indipendenza commerciale sostenute dai regimi legati alla produzione e all’autoproduzione. FrancoVoglio dire, Hitler y Mussolini. Questo sistema noto come autarchiama questo può essere riassunto in “Spagna per gli spagnoli“Egli sosteneva che, poiché la Spagna era ricca di risorse naturali, non aveva bisogno di ottenere dall’esterno ciò che aveva già dentro. In questo modo, la dipendenza dall’estero è stata ridotta, il debito estero è stato ridotto e il lavoro è stato fornito agli spagnoli stessi.

L’idea, in un primo momento, sembrava buona e fu attuata a immagine e somiglianza dei governi nazista e fascista, ma il fatto che si trattava di un paese dove i settori produttivi erano praticamente in tutto il mondo. abbattuta dal Guerra Civile e lo sviluppo del progetto Seconda guerra mondiale (che ha lasciato le simpatie filo-naziste del regime di Franco in aria con il suo culo), ha fatto il paese – approfittando del blocco della AlleatiE’ stata la prima volta nella storia dell’Unione europea, che non si fidava di un capello di Spagna, che si è radicata in se stessa, sacrificando il commercio estero a vantaggio di una produzione interna obsoleta, sovvenzionata e non competitiva. Tuttavia, divenne presto evidente che la mancanza di tutti i tipi di materiali di consumo (alimenti, macchinari, automobili ….) non poteva essere sostituita dalla produzione nazionale, per cui tutto doveva essere razionato. in modo selvaggio, condannando i grandi strati della società a spendere di piu’ per i servizi sociali. fame di una lumaca nello specchio.

Le amicizie pericolose di Franco.

Andarono così le cose, gli anni passarono, e mentre i paesi europei tornarono rapidamente agli standard di vita e di produzione prebellici (la Germania ci vollero 5 anni e l’Inghilterra fece lo stesso nello stesso anno in cui finì la guerra), in SpagnaLa cosa. non ha preso il volo. (ci sono voluti 15 anni per farlo) perché le politiche di autarchia lo hanno impedito del tutto.

Il paese, in crisi perpetuanon generava abbastanza ricchezza, quindi aveva bisogno delle risorse necessarie. capitali straniericapitali stranieri che non sono venuti come risultato dell’isolamento a cui il regime era autosometía, che, per poter ottenere prodotti dell’esterno, ha dovuto dare un’autosometía. licenza espressa o aspettare che il governo li importi e li porti dentro, creando liste d’attesa esagerate. Ciò ha fatto sì che i responsabili politici di medio e alto livello che si occupano di queste licenze ottenendo un enorme profitto sul mercato. picaresco portare le merci dall’estero a prezzi convenienti (perché sovvenzionate, erano molto più economiche che sul libero mercato) e poi rivenderle sul mercato nero a prezzi. esorbitanti.

In questa situazione, nel 1951, Franco decise di nominare Manuel Arburúa de la Miyar come nuovo Ministro del Commercioche sarebbe il gestore diretto delle licenze che consentono l’esportazione e l’importazione di tutti i beni di mercato consentiti dal governo franco. L’unico inconveniente era che i criteri utilizzati per concedere o negare tali permessi erano ben lungi dall’essere equi, per cui i criteri utilizzati per concedere o negare tali permessi erano ben lungi dall’essere equi. compagni e gli amici intimi sembravano curiosi e costantemente beneficiatospecialmente nelle auto. Il Caudillo, per parte sua, non era estraneo ai trucchi del suo ministro, e arrivò a commentare che Arburúa era amato perché aveva iniziato come campanaio e ora era un arcimilionario. Tipica retranca galiziana.

Così, mentre le applicazioni per le auto hanno raggiunto il 50.000 il governo non ha permesso a più di un milione di persone di arrivare in Spagna. 5.000quindi possedere un’auto era un lusso e un sintomo dell’avere”.presa“nel Regime, specialmente con lo stesso ministro, che distribuiva i diritti delle auto come se fossero ciambelle. Diritti che sono stati successivamente venduto a prezzi di cimosa a coloro che, avendo soldi e volendo un’auto – per esempio occhi indiscreti Non sono stati in grado di ottenerli rapidamente o attraverso canali consolidati.

Questo modo di fare, che ha fatto sì che il ministro fosse continuamente lodato per la sua generosità nel concedere licenze per l’acquisto di auto a qualsiasi Cristo che si è avvicinato a lui, è stato vox populii tra coloro che volevano avere un’auto. Di conseguenza, e con tutta la derisione del mondo, cominciarono ad essere chiamati “”.Grazie.” (o Grazie Manolo) alla prima Volkswagen, Renault o Citroën che correva sulle strade di Spagna, visto che non erano le uniche al mondo. grata che al ministro sono rimasti coloro che hanno beneficiato di un tale atto di “filantropia”. Ma niente dura per sempre.

Linea di montaggio R-4CV. Tutto a portata di mano.

Il ribaltamento dei documenti durante il periodo di Guerra FreddaL’antipatia di Franco per il comunismo è stata vista come una virtù dalla Stati Unitiche un punto geostrategico per un ipotetico conflitto armato contro gli Stati Uniti. URSS. Da parte sua, Franco, che vedeva il gregge girare più di quanto avrebbe dovuto a causa dell’impossibilità di uscire dalla crisi in cui era stato sommerso dalla guerra civile, decise di dare una “nuova vita”. torsione di apertura all’economia spagnola, eliminando gli elementi di autarchia più fanatici – e interessati (Arburúa è stata interrotta nel 1957), aprendo progressivamente le frontiere alle importazioni, alle imprese straniere e al turismo.

Americani, vi accogliamo con gioia.

La Spagna, in questo modo, è tornata sulla scena internazionale lasciando dietro di sé i prezzi regolamentati e il brutale intervento dello Stato nel mercato interno spagnolo, aprendo la porta ad un afflusso di capitali stranieri che, approfittando della crisi economica e finanziaria, ha portato ad un afflusso di capitali stranieri. terzo mondo il paese era in, ha reso il paese impresa madre a costo del sudore, della sofferenza e dei miserabili stipendi. Persone che, finalmente, cominciarono a vedere una qualche forma di ricompensa per il loro sforzo e sacrificio quotidiano.

Il dittatura ha continuato con tutte le sue asprezza Ma la gente, quasi 20 anni dopo la fine della guerra civile, poteva finalmente prosperare minimamente e, se mangiava il cibo, non sarebbe stata in grado di mangiarlo. scorze d’arancia per strada, è diventato possibile acquistare il primo Posti a sedere 600 e di uscire nei fine settimana, incoraggiando a sua volta un’economia che per molti anni è rimasta sull’orlo della crisi. bancarotta.

La “palla”, la “macchina del popolo spagnolo”.

Quindi lo sai. La prossima volta che qualcuno si presenta con audaci canzoni di “la nostra prima”, ricordate che anche Franco stesso ha visto chiaro che, non importa quante persone urlano: “Non saremo in grado di farlo, ma saremo in grado di farlo.Grazie Manolo!“un paese rinchiuso nell’autarchia ha sempre un futuro molto più nero del suo passato.

Castello di Irineu è il proprietario e signore del blog Memento Moridove troverete anche gioielli come:

-Straperlo, la roulette che ha fatto cadere il governo spagnolo.

Le auto francesi dagli occhi gialli dimenticati

-Franco, Vandellós e la bomba atomica spagnola.

Seguici su Facebook e Twitter!



Controlla anche

Come molti wafer si dovrebbe mangiare per inghiottire un gesù Cristo tutto? – dinotizie

08/07/201622/08/2017 Illustrazione: Daniel Rosso Jr. “Quando stavo per essere consegnati alla loro Passione, volontariamente accettata, …

Seins-545×455 – dinotizie

Seins-545×455 – dinotizie Spostamento di voci

Gettati in mare le ceneri di un morto tra i bagnanti dalla spiaggia di Algeciras – dinotizie

23/08/2019 I nuotatori, che ha trascorso il pomeriggio di lunedì presso la spiaggia playa de …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *