Strambotico ” “La filosofia può salvarti dall’auto-aiuto, dalla cospirazione e persino dalla religione”.

“La filosofia puo’ salvarti dall’auto-aiuto, dal pensiero cospirativo e persino dalla religione.”

Commenti

Francesco Lontano

Nel 2004, Guillermo Gallardo fondato insieme al suo insegnante Fernando Álvarez Palacios e altre menti inquiete la Società di Filosofia Applicata (SOFIA). Nel mondo analogico, quel progetto era confinato ad un pubblico minoritario, quel tipo di persone che leggono un’opera d’arte. Pitagora, Hegel e Montaigne. Ma è lì che sono entrati internet e i social network ed è lì che è andata la mamma. Il 12 agosto 2011 -Tra l’altro, il giorno in cui questo cronista, che ora saluta il suo 40° compleanno, è stata aperta su Facebook la migliore pagina di filosofia e umorismo in rete: la Società di Filosofia Applicatache oggi ha 3,4 milioni di seguaci.

Erede dello spirito della pagina – divertente, didattico e allo stesso tempo profondo – è il libro Filosofia per tuttipubblicato dal Oberon di Aysén e che ha scritto Guillermo Gallardo e ha illustrato un altro filosofo, Luis Miguel Ybaraz.

Guillermo, CM e alma mater di SOFIA, crede nelle nuove tecnologie, quindi facciamo l’intervista tramite la chat di WhatsApp.

Il tuo libro è una conseguenza naturale del successo travolgente dei tuoi social network?

Si’ e no. La possibilità è arrivata a noi a causa di quel trionfo, per il quale l’Editorial Anaya si è fidata di noi. Ma lo spirito del libro era già prima, è lo stesso di quello della pagina, per poter dare al grande pubblico un modo più banale, divertente e interessante di avvicinarsi alla filosofia.

Qualcosa che mancava, o perché nessuno ci aveva pensato o perché l’accademia ha cercato premeditato questa ignoranza della filosofia per il grande pubblico.

Nel tuo libro racconti come gli accademici hanno portato via – consapevolmente o meno – il dibattito filosofico della strada. Il risultato è che molti di noi hanno ancora un timore reverenziale per la filosofia con le lettere maiuscole.

Sì, è vero…… quella stessa riverenza che una volta ha promosso la chiesa verso la Bibbia e l’intera liturgia. Tenere il pubblico a distanza con il pretesto di essere qualcosa di difficile e quasi sacro. Un monopolio che è ancora molto in vigore.

Filosofia per tutti’ è proprio il contrario: testi concisi, senso dell’umorismo….. e disegni!

Abbiamo cercato di elaborare una rigorosa ma attraente storia della filosofia, presentando ai 100 autori più eminenti come realizzare un manuale da utilizzare, attraverso i temi che hanno costituito i grandi problemi, e mettendoli al servizio delle persone e della realtà della vita.

In altre parole, questa filosofia non serve solo a risolvere i problemi quotidiani, ma anche a risolverli?

Così è nata, così è nata, così è nata, e così è nata tra i greci….. anche se a un certo punto è stata distorta e ciò che Marx ha detto nella famosa frase “i filosofi si sono dedicati a contemplare il mondo, e ciò che si tratta è trasformarlo” sarebbe accaduto.

Cessò di essere un’arte per la vita e divenne prima un sapere puramente teorico e poi già astratto, scollegato dalla vita e, infine, un sapere chiuso in se stesso ed esclusivo per pochi. E ora non c’e’ una vera filosofia in strada o in accademia.

Almeno provaci. Non è un compito di pochi o di un momento. SOFIA ha cercato di indicare cosa si potrebbe fare e mettere il suo granello di sabbia, ma la filosofia è qualcosa di così comune che può fare da sola.

Guillermo Gallardoscrittore, y Luis Miguel Ybarazillustratore, del libro.

Cosa vi dicono gli accademici, filosofi “professionisti”, quando vedono i memi di Kentucky Freud Chicken o di zio Schopi?

Cerchiamo di mantenere un rapporto cordiale con tutte le istituzioni, ma lo snobismo ci accusa sempre di essere disseminatori se non “volgarizzatori”. Sappiamo che molte persone lo trovano molto divertente, ma c’è anche chi ci attacca a testa alta.

Pensi che diffondendo/democratizzando la filosofia possiamo salvare le anime dagli artigli dell’auto-aiuto?

Penso che le persone possono essere avvicinate a sbocchi più seri dell’auto-aiuto, più religioni, ideologia classica di massa, cospirazioni e altre visioni di cose che iniziano là fuori per mancanza di qualcosa di meglio.

Sappiamo che molte persone che prima cercavano queste spiegazioni, una volta che conoscono la filosofia e i grandi autori, sono molto grati di poter allargare le loro vedute e la loro batteria di risposte.

Tuttavia, anche un orologio rotto è buono due volte al giorno. Anche gli autori diffamati dagli accademici e adorati dal pubblico come Jodorowsky dicono cose interessanti.

Certo che ce l’ho. E questo perche’ la maggior parte di quegli autori conosceva i grandi pensatori. Jodorowsky ad esempio, è un gene con conoscenza dell’intera filosofia, da Platone a Jungmediante Nietzsche. Quello che succede è che questi autori di solito non dicono che le loro idee non sono così originali e, rigorosamente, se si può scegliere tra studiare la psicologia profonda di Jung o la psicomagica di Jodo, si arricchisce leggendo la prima.

Più originali sono le idee di Zizek, il primo filosofo a realizzare le potenzialità delle reti per diventare una “influenza” sul pensiero. Cosa ne pensi del filosofo pop?

Esatto, Zizek è un filosofo che sta facendo le cose nel senso che noi capiamo che la filosofia dovrebbe prendere. È un autore molto contemporaneo, molto postmoderno, ma il suo tentativo di rivedere la storia ufficiale della filosofia in linea con la realtà attuale è molto da prendere in considerazione.

Pensi che YouTube sia un formato più propizio alla diffusione di idee filosofiche rispetto al venerabile formato scritto?

Beh, Heidegger ha già detto che non sempre un saggio è il modo migliore per fare filosofia….. a volte una poesia o, ha detto Heidegger, la fondazione di una città, sono modi migliori per far apparire l’Essere che un sistema chiuso di pensiero.

In ogni caso, la filosofia, essendo conoscenza per la vita, dovrebbe essere in tutti i formati in cui si manifestano la cultura e la conoscenza dell’uomo.

È bene che gli accademici continuino a sviluppare i loro modi più concettuali e complessi di filosofare, di fare studi più specifici sulle opere e sui sistemi dei grandi pensatori, ma non dobbiamo lasciare da parte una scommessa più generale….. In questo senso, il cinema, la letteratura o anche i social network possono offrire un formato molto interessante per sviluppare altri aspetti e livelli di pensiero. La filosofia ha sempre aspirato, come gli uomini del Rinascimento, ad essere universale e completa, ed essendo tale, la sua opera deve essere vista in ogni manifestazione umana. Anche se, come hai avvertito. Guy Debord e situazionismo, la filosofia può essere su uno striscione, uno slogan o un graffito….. quando questo produce una situazione di pensiero, un punto di sorpresa o una dissonanza cognitiva che rovescia l’inerzia del pensiero convenzionale. Un meme può essere in qualsiasi momento una leva di illuminazione.

Come si spiega il ritorno del pensiero magico e dell’esoterismo dopo quello che sembrava essere il trionfo della scienza? O forse non se ne è mai andato affatto?

La scienza, nella sua ricerca di legittimità (che non ha nemmeno raggiunto, come dimostrano i grandi scienziati del XX secolo, come ad esempio Gödel e il suo principio di incompletezza in matematica, Gilberto in logica, o Heissenberg e il loro principio di incertezza fisica), hanno messo da parte tutto ciò che non hanno potuto spiegare….. e ci sono così tanti angoli ciechi nella consapevolezza che le persone hanno dovuto cercare risposte dove sono state in grado di

Se ci fosse esistita una filosofia forte, non complicata dalla certezza scientifica, la gente ci guarderebbe….. ma né la scienza dà risposte a ciò che il suo metodo non può ridurre a ciò che è misurabile e quantificabile, né la filosofia ha già cercato di dare spiegazioni. La filosofia è scomparsa dalla scena sociale e personale, e così, gli unici che danno risposte ai problemi che la scienza non affronta sono le forme più primitive della spiegazione umana.

Anche se queste discipline sono chiaramente superstiziose e non scientifiche (irrazionali, si potrebbe dire), le persone sanno che c’è più di quanto la scienza tratta, lo sanno connaturalmente, ne hanno bisogno nel loro io interiore, e in assenza di buon pane senza dolci….. e cercheranno risposte dove possono. E ancora di più in società sempre più complesse e alienanti.

Gli autori, durante la recente presentazione del libro a Madrid.

Parliamo di millenarismo…… intendo postmodernismo. Che cosa ha contribuito a questa scuola di pensiero alla filosofia?

Non è un movimento tanto quanto l’epoca in cui ci troviamo….. come direi. Lyotard è un nuovo eone storico, il momento della fine delle grandi narrazioni che la modernità e la contemporaneità hanno esemplificato, è l’epoca del pensiero debole che ha predetto. Vattimol’effettiva forma della società liquida di Bauman. È la caratteristica del nostro tempo: relativismo, scetticismo e assenza di progetti….. nella scienza, nella società, nella politica e anche nella concezione personale.

Anche il nichilismo?

Si’, forse. Nietzsche lo vide e profetizzò meglio di chiunque altro. Anche Heidegger quando parlava della fine della metafisica e dell’età della tecnica. Nella modernità c’era la fede nel progresso, la fede che era possibile realizzare modelli completi di conoscenza e modelli di emancipazione della società, qualunque essi fossero: il movimento illuminato, l’egelitismo, il marxismo….. Tutti credevano che si potessero realizzare grandi progetti.

Ma il sogno di utopia produce mostri totalitari…..

E’ cosi’, davvero. È difficile trovare la via di mezzo, ma la mancanza di fiducia in qualsiasi conoscenza o idea sta portando anche al fallimento assoluto come società e individui. Molto più vuota e indifferente. Basta guardare alla politica attuale, dove non c’è un partito o un governo che pensa oltre i 4 anni, che è terreno fertile per il modello mercantile che trionfa meglio dove non c’è fiducia in nulla.

Alla fine del libro c’è un’ampia selezione di filosofi donne, da Hipatia a Naomi Klein. Sono tutte citate nel volume?

Sì, una delle idee chiare in questa storia è stata quella di riabilitare i pensatori dimenticati. Assolutamente fondamentale nella storia generale della filosofia. Non come pennellata femminista, ma perché dovevano essere nella filosofia più ortodossa. Ecco perché abbiamo incluso quelli che dovevano essere come ogni autore fondamentale, e poi una selezione di altri che dovevano essere ma non avevano spazio.

Pensi che esista una filosofia femminile?

A mio parere, la filosofia è unitaria, non c’è e non dovrebbe esserci una filosofia degli uomini e un’altra delle donne. Quello che esiste è un ramo della filosofia, molto importante e più che giustificato dalle circostanze delle donne nel corso della storia, che si occupa di femminismo e della lotta per l’uguaglianza. Ma non è né una filosofia esclusiva delle donne, né l’essenza di una sorta di filosofia femminile.

Lo spazio del libro ci costringe a selezionare l’uno e l’altro….qualcosa che, per esempio, non accade in altri media. Così in Facebook non abbiamo avuto quel problema, formato in cui potremmo aggiungere molto di più e anche fare una selezione esclusiva di autori.

Ci aspettiamo un secondo volume di “Filosofia per tutti”?

Esatto: stiamo già lavorando ad un secondo libro con la casa editrice Anaya che si chiamerà ‘Philosophers for all’.

Ci stai gia’ mettendo molto tempo a comprare Filosofia per tutti.

È possibile seguire SOFIA su Facebook (Società di Filosofia Applicata) e Instagram.

Seguici su Facebook e Twitter!

Probabilmente non ti interesserà neanche a te:

– Dieci piatti di vomito dagli ospedali che ti faranno uscire peggio di prima.

– Se nel suo poster mancano gli umani, sei in grado di indovinare il film?

– John Heartfield, trisavolo tedesco di Photoshop (e memi politici)



Controlla anche

Vogliamo sapere di cosa tratta questa pubblicità antidroga – Strambotica

11/08/201911/08/2019 L’annuncio di cui sopra è uno dei più inutili che abbiamo visto nella lunga …

Volete combattere il cambiamento climatico? Non avere figli – Strambotico

22/08/2019 Se si vuole combattere la criscaldamento globaleSe sei vegetariano, moderare l’assunzione di carne può …

velocità dei treni in Europa – Strambotica

11/09/2019 Spagna è il paese europeo che ha il treni più veloci sulla sua rete …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *