Strambotico ” Come si dice a Cuba “fare un cubano”?

Come si dice a Cuba “fare un cubano”?

Commenti

Iñaki Berazaluce

Esatto. Esatto. Esatto: Fare uno spagnolo. Tutte le attività sessuali depravate – in senso cattolico, cioè non strettamente legate alla riproduzione – sono solitamente attribuite a nazionalità straniere. Dopo tutto, chi vuole immaginare la sorella o la madre che pratica un cubano? Nein! Quei maiali sono fatti solo da stranieri. Ma la fama delle donne spagnole in questa disciplina non si limita a Cuba: la masturbazione con il seno si chiama anche masturbazione con il seno. “Fai uno spagnolo” in Italia, Germania. “Sesso spanischer”. e la Francia (“branlette espangole.). In Cile e Messicod’altra parte, è noto come “fare un russo” e in Argentina, “fare un turco”.

Ora che sei al tuo posto. “per fare un francese” i francesi, quegli invidiosi vicini del nord, che non solo ribaltano i nostri pomodori ma accusano le nostre donne di essere virtuose nella masturbazione con i loro seni?“Faire une pipe.” per fumare una pipa. I francesi (e i francesi) sapranno qualcosa sull’affumicatura dei tubi di carne, quando non solo gli spagnoli, ma anche i tedeschi (“Französischer Kuss”) noto come “Bacio alla francese” fellatio. Tuttavia, nel mondo anglosassone – e anche in Cile, Turchia e Nigeria – l’Europa è stata la prima volta in assoluto. “Bacio alla francese.” è qualcosa di molto più casto: un bacio con la lingua (il che spiega perché il film interpretato da Kevin Kline non è stato tradotto in Spagna come ‘Mamada’).

Un’alternativa alla fellatio è la cosiddetta “Latino”.che è come il francese ma con la lingua morta…..

Esiste una maggiore unanimità per quanto riguarda la questione della sesso analeche è invariabilmente indicato come “Praticare il greco” in tutto il mondo (tranne che in Grecia, naturalmente, dove si dice “fallo agli ottomani”). Qui l’etimologia è incontaminata: la nota predilezione degli antichi greci per gli Efesini ha trasformato “il greco” in un generico, come il clínex o il turmix, e i greci senza eccezione in qualche sodomita, gentilicio certamente proveniente dalla località biblica e sicaliptica di Sodoma (Che diavolo avrebbero fatto i gomorritas mentre i loro vicini si concedevano il piacere anale?).

Ancora piu’ precisi sono i cileni, che dicono al sesso anale “Fallo per Detroit.”il che mi ricorda che la Spagna usa l’espressione “Ti metterò a cercare Cuenca”quando la penetrazione avviene da dietro (non necessariamente dall’orto). Sembra un’evoluzione localista della frase “Ti metterò a guardare alla Mecca”, in riferimento alla posizione in cui i musulmani pregano. A proposito, che a Cuenca si dice “ti metto a cercare Teruel”, perché guardare Cuenca sarebbe…… avere una visione a 360°!

Oltre alle varianti sessuali più o meno praticate (o almeno conosciute) citate finora, esistono altre “denominazioni di origine” per attività sessuali più esotiche. Per esempio, in Cile ti dicono di fare sesso”.a la paraguaya”. praticare il rapporto sessuale in piedi, mentre i tedeschi denominano “Fai un italiano” per masturbare il pene con l’ascella del partner.

La questione dei tedeschi e delle loro espressioni sessuali è un argomento di studio: da nessuna parte è la frase “fare un tedesco” usato (che indica che il resto del mondo presuppone che i tedeschi non scopano), ma hanno tutti i tipi di aggettivi per denominare varianti che né l’abbonato a queste linee avrebbe pensato. Per esempio, “per fare un albanese” è “premere il pene dietro il ginocchio della coppia”, che è nei prosciutti. Qual è il nome di questa perversione in Albania? Se c’è un albanese tra i lettori che ci farà uscire dal dubbio, per favore.

Il venereo delle Nazioni Unite

Se le pratiche sessuali innaturali sono spesso attribuite agli estranei, che dire delle malattie veneree, conseguenza indesiderata delle pratiche peccaminose? Il sifilideil venereo per eccellenza fino all’avvento dell’AIDS, è sempre stata colpa di altri popoli. Per Portoghese, italiano e olandese periodo “Il male spagnolo”il “Morbilità italiana”. per i francesi, il “Malattia cristiana.” (quindi, generalizzando) per i turchi, il“Malattia polacca” per i russi e il ““Morbilità cinese.” per i giapponesi dell’era Sengoku, secondo la dotta Wikipedia. Come non poteva essere altrimenti, in Spagna la sifilide era conosciuta come “i portoghesi cattivi.”

Non è la prima volta che noi spagnoli siamo stati ingiustamente accusati di diffondere un’epidemia. Infatti, la più grande pandemia virale della storia, che ha ucciso circa 50 milioni di persone nel 1917-20, è stata chiamata “Influenza spagnola” e solo perché i giornali spagnoli sono stati gli unici a segnalarlo! Niente, niente: la sifilide, come granchi e tovaglie, viene dal Portogallo. Aggiustato.

Seguici su Facebook e Twitter!

Inizialmente pubblicato in Yorokobu.

Senza cambiare argomento:

-Quanti danni ha fatto Photoshop! Arti fantasma e amputazioni su riviste di moda

-Miracolo in Russia: 25.000 euro orologio scompare dal polso del patriarca ortodosso

-Sei forte come loro? Dieci imbarazzanti foto in metallo per gli altri.

-Cinque presunti viaggiatori nel tempo e le loro possibili spiegazioni



Controlla anche

Come molti wafer si dovrebbe mangiare per inghiottire un gesù Cristo tutto? – dinotizie

08/07/201622/08/2017 Illustrazione: Daniel Rosso Jr. “Quando stavo per essere consegnati alla loro Passione, volontariamente accettata, …

Seins-545×455 – dinotizie

Seins-545×455 – dinotizie Spostamento di voci

Gettati in mare le ceneri di un morto tra i bagnanti dalla spiaggia di Algeciras – dinotizie

23/08/2019 I nuotatori, che ha trascorso il pomeriggio di lunedì presso la spiaggia playa de …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *