Strambotico” abbandonano la loro figlia adottiva dopo aver scoperto che era in realtà una donna con il nanismo che stava cercando di ucciderli.

Abbandonano la loro figlia adottiva dopo aver scoperto che in realtà era una donna con il nanismo che stava cercando di ucciderli.

Commenti

Strambotico

La realtà supera di nuovo la finzione. I genitori adottivi dell’affascinante foto “ragazza” sono stati costretti a sbarazzarsi della creatura dopo aver scoperto che era in realtà uno psicopatico con il nanismo che aveva 19 anni e non 6 anni. che li ha fatti credere nel centro per le adozioni in Ucraina.

Tutto è iniziato nel maggio 2010, secondo un articolo di Catena SERKristine Barnett e il suo ex marito, Michael Barnett, hanno deciso di adottare una bambina ucraina di 6 anni conosciuta come Natalia Grace che avevo una tdisordine della crescita ossea chiamato displasia spondiloepimetafisaria. Quello che non sapevano, però, era che quella ragazza era una donna adulta con il nanismo che aveva circa 19 anni al momento del suo ritorno a casa.

Dopo aver firmato i documenti per l’adozione e tornando a casa, Kristine si rese conto che erano stati mentiti quando”.quando ho fatto il bagno alla ragazza, ho capito che aveva i peli pubici.. Ero scioccato. Mi hanno detto che avevo sei anni ed era ovvio che non avevo quell’età.

Il peggio doveva ancora arrivare. Non è che la ragazza era una donna etero (anche se in miniatura), ma soprattutto aveva un istinto criminale: “Voleva ucciderci”.spiega Kristine, la madre adottiva di Natalia in dichiarazioni a Posta GiornalieraDopo un anno di pace, Natalia cercò di spingerla contro una recinzione elettrica, inebriandola versandole della candeggina nel caffè e minacciando addirittura di accoltellare sia lei che suo marito (ora ex marito).

“Natalia ha dipinto disegni in cui diceva che voleva uccidere i membri della famigliaavvolgerli in un lenzuolo e metterli in giardino. Era in piedi accanto a noi mentre dormivamo, dovevamo nascondere tutti gli oggetti appuntiti della casa. L’ho vista mettere delle sostanze chimiche nel mio caffè e quando le ho chiesto perché l’ha fatto, ha risposto: “Sto cercando di avvelenarti.”.

Consapevole che la sua vita era in pericolo, “la famiglia Barnett ha deciso di portare la figlia adottiva in un centro di salute mentale per aiutarla.. Una volta lì, gli specialisti le hanno assicurato che l’età della figlia adottiva era “chiaramente imprecisa”. Per giungere a questa conclusione, i responsabili del centro gli hanno spiegato che sia i denti che lo sviluppo sessuale della “ragazza” non erano adatti ad una persona della sua età. Secondo uno degli specialisti, i test avevano stabilito che la ragazza aveva più di 18 anni.

I Barnetts, arrestati per “abbandono di un minorenne”.

Dopo aver scoperto il “segreto” di Natalia, i Barnetts hanno continuato a vivere con lo psicopatico ucraino fino al 2013, anno in cui ha deciso di trasferirsi con il resto dei (veri) bambini in Canada e consegnare Natalia in un appartamento in affitto a Lafayette County (Stati Uniti). Alcuni anni dopo, e dopo diversi mesi senza sapere di lei, la coppia (ora separata) è stata arrestata dalle autorità statali dell’Indiana per l’abbandono di un minorenne.

Nel 2014, la polizia è andato a sfrattare l’inquilino degli alloggi per mancanza di pagamento e trovato all’interno della ragazza, che ha assicurato loro che aveva nove anni e i suoi genitori adottivi l’avevano abbandonata.. Ancora una volta, la perfida ragazza ha ingannato gli adulti usando la sua taglia lillipuziana.

La parte più sconcertante del caso è che la storia dei Barnetts e del piccolo (in breve) Natalia è quasi identica a quella del film. L’orfano. (2009), in cui una coppia adotta nell’orfanotrofio “una ragazza angelica” chiamata Esther. Quando torna a casa “cominciano ad accadere cose strane” ed Esther “nasconde un terribile segreto”. Spoiler: potete immaginare qual è il segreto.

Visto in Catena SER. Con informazioni da Daily Mail e Stills.

BONUS TRACK: Porta il tuo bambino fuori dalla scuola a giocare esclusivamente a Fortnite.

Seguici su Facebook e Twitter!

Fermate le presse!

-Dodici copertine di “La Razón” che sembrano una barzelletta, ma no.

-Dieci marchi che suonano fatali in altre lingue

-Master of Naming: l’esilarante collezione dei nomi dei negozi più in voga del momento.

Tags: adottato, assassino, detenuti, Stati Uniti d’America, nana, orfana, Natalia, ragazza, film, capelli, psicopatico, pube, ucraino, ragazza, film, capelli, pube, ucraino



Controlla anche

mio cid – dinotizie

mio cid – dinotizie Spostamento di voci

“María Cristina de Borbón, è stato il più grande schiavo-padrone del suo tempo” – dinotizie

28/06/2019 La storia oscura della la schiavitù in Spagna è stato messo a tacere dalla …

“Padre celeste, NON lasciare questa Costituzione”, dinotizie

06/12/2018 Ci sono preghiere per la pioggia, le preghiere di rimanere incinta, e preghiere di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *