“La cupola geodetica rappresenta la rivolta contro la tirannia dell’angolo retto” – Strambotica

Mario Turégano ha una missione: per seminare il mondo delle cupole. Dopo più di 50 corsi in Spagna e alcuni all’estero, Mario lancia finalmente il suo tanto atteso libro ‘Manual completo de domos geodésicos’ (Manuale completo delle cupole geodetiche) e lo fa attraverso un crowdfunding all’indirizzo Verkami.

Poi, il Premessa Ho scritto per questo magnifico libro:

L’antidoto alla vita a griglia

E’ curioso che ci sia ancora chi attribuisce la costruzione del piramidi d’Egitto eppure nessuno fa lo stesso con il Il Pantheon di AgrippaLa cupola, del diametro di 44 metri, è ancora in piedi dopo quasi 2.000 anni dalla sua costruzione.

Ognuno a modo suo, il Grande Piramide di Giza e il Il Pantheon di Agrippa sono due costruzioni affascinanti, che sfidano la nostra immaginazione e ci raccontano la meraviglia dell’ingegno umano. Mentre nessuno contesta che il tempio romano sia opera di Adriano -anche se l’umile imperatore si rifiutava di lasciare ai posteri-, molti, troppi, insistono sulla “misteriosa” paternità della piramide. Perché? (Un accenno: è puro razzismo).

Ma non sono stato chiamato qui per parlare di faraoni, sono stato chiamato qui per parlare di cupole. E il Il Pantheon di Agrippa è, in sostanza, una gigantesca cupolaIl migliore nel suo genere, il più magnificamente progettato ed eseguito nella storia e ci sono i suoi 1.900 anni che si alza in piedi per dimostrarlo.

Quando si entra per la prima volta nel Pantheon di Agrippa si sente un misto di stranezza e piccolezza. Piccolo perché sei minuscolo davanti alla cupola gigante, che si erge 43 metri sopra la testa. Ed è strano perché lì manca qualcosa; non è probabile che l’edificio possa crescere verso il cielo senza il sostegno di una sola colonna, se si inarca, o di qualsiasi altro elemento di sostegno. Quella cupola, questa cupola, non è solo solida, è anche etereo.

La cupola: la casa

“Cupola” significa “casa” in latino. Ecco da dove viene.nazionale” y “Maggiordomo”. Anche “domare”, che non è altro che far addomesticare l’animale selvatico, per addomesticarlo.

Il Pantheon di Agrippa è una casa, sì, ma non casa dei mortali ma degli dei. “Pantheon“significa la stessa cosa: tempio dei molti dei, come dettato dal politeismo dei romani. La cupola è quindi l’essenza stessa della casa. Quindi, siamo immediatamente confortati quando entriamo in uno di essi: la cupola si riferisce alla grotta in cui i nostri antenati si rifugiarono -diecimila generazioni di trogloditi ti guardano, caro lettore- e anche il grembo materno.

La cupola è anche una forma organica della Natura, incapace di dare vita a qualcosa di simile a un cubo. Come ci ha spiegato il saggio Jorge Wagensberg“La sfera protegge. Pavimentazione esagonale. Le confezioni a spirale. La parabola si concentra”.

Quindi, se la cupola è l’epitome della casa, com’è possibile che nessuno, o quasi nessuno, viva in cupole e la stragrande maggioranza delle persone vive in piccole scatole a forma di parallelepidenti chiamate “appartamenti”, “appartamenti” o “monolocali”.? Molto facile: la scatola è impilabile, la cupola no. Ogni cupola può ospitare solo la volta celeste, mentre un condominio può crescere all’infinito – grattacieli alti un chilometro sono già in costruzione – in verticale.

Il sito La cupola è stata riscoperta solo di recente dall’uomo come struttura per vivereper suonare e ascoltare musica o per meditare. La cupola non è per tutti, solo per coloro che hanno accordato le orecchie abbastanza per ascoltare la musica delle sfere.

La resurrezione della cupola (o dovrei dire “l’ascesa”, proprio così?) è stata resa possibile da geni come Mario Turéganoautore di questo libro e grande amico. E dico “genio” perché il suo approccio alla cupola – il suo particolare ascolto della musica delle sfere – è nato dalla sua curiosità, sempre infantile, dalla candida eppure meticolosa esplorazione degli arcani di quella struttura che lo affascinava: la semisfera, la cupola geodetica.

Questo libro che avete tra le mani è un manuale di costruzione, ma è molto di più: è un libro di istruzioni per la vitaun promemoria – tondo e smussato – che per vivere liberamente, pensare autonomamente e, insomma, essere uno spirito libero, è necessario abbattere le vecchie strutture mentali e vivere all’interno di uno spazio sacro, platonico, perfetto: la cupola geodetical’antidoto alla vita a griglia, la rivolta contro la tirannia dell’angolo retto.

Come l’imperatore Adriano, Mario sta seminando la Spagna (e il mondo!) con le cupole che non portano la sua firma, anche se riportano la sua precisa aritmetica. Che questo libro serva a significare le tante cupole sparse in tutta la grande cupola che è il nostro pianeta.

Ci vuole un po’ di tempo per prenotare la vostra copia del “Manuale completo delle cupole geodetiche senza connettore” all’indirizzo Verkami.

BONUS TRACK: Feísmo Galiziano, il come e il perché

Seguiteci su Facebook e in Twitter!

Probabilmente neanche tu sei interessato:

Controlla anche

Il ‘concorso’ stanno facendo il malato facendo il bagno nelle acque turchesi del monte Neme, Chernobyl gallego – dinotizie

12/07/201912/07/2019 Il monte Nemein Galizia, è diventato un inopinada star di Instagram. Questa antica miniera …

Il ‘concorso’ stanno facendo il malato facendo il bagno nelle acque turchesi del monte Neme, Chernobyl gallego – dinotizie

12/07/201912/07/2019 Il monte Nemein Galizia, è diventato un inopinada star di Instagram. Questa antica miniera …

Il ‘concorso’ stanno facendo il malato facendo il bagno nelle acque turchesi del monte Neme, Chernobyl gallego – dinotizie

12/07/201912/07/2019 Il monte Nemein Galizia, è diventato un inopinada star di Instagram. Questa antica miniera …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *